FIORI di BACH

I rimedi floreali hanno una tradizione antica: gli Aborigeni australiani hanno sempre utilizzato i Fiori per trattare i disagi o gli squilibri emozionali, così come avveniva nell’antico Egitto, in India, Asia e Sud America. L’uso delle Essenze Floreali ha conosciuto una lunga tradizione fino a divenire molto popolare nell’Europa dell’epoca medioevale.

 

Grandi medici del passato, Ippocrate, Hildegard Von Bingen (XII sec. d.C.), Paracelso (XV sec.), Hahnemann lasciarono testimonianza scritta dell’abitudine comune di raccogliere la rugiada dei fiori per affrontare alcuni malesseri della sfera emozionale.

Questa metodologia fu nuovamente adoperata oltre mezzo secolo fa dal medico omeopata Dr. Edward Bach che, come gli altri medici citati, era convinto che la salute sia il risultato dell’armonia emotiva, spirituale e mentale. Aveva constatato infatti, che curando gli squilibri psicologici dei suoi pazienti riusciva a guarire le loro malattie.

 

Non c’è fiore, secondo Bach, che non rappresenti un evento più ampio di quello che la botanica e la fisiologia gli riconoscono. Secondo la lettura analogica ogni fiore, oltre alle caratteristiche di colore e di profumo, è anche portatore di una “vibrazione” che la coscienza può riconoscere e ritrovare.

Opportunamente preparati, i Fiori divengono degli attivatori di emozioni, di molecole, di affetti, di gesti, efficaci tanto nei disagi emotivi ed esistenziali che nei disturbi psicosomatici.

 

 

ELENCO  FIORI  di  BACH

 

Essenze singole

 

 

Essenze composte

 

 

 

 

Creme e pomate con Fiori di Bach

 

 

 

 

Sacchettini da tenere al collo

 

 

in continuo aggiornamento…

I consigli e i suggerimenti che troverete nel sito non vogliono sostituirsi in alcun modo al parere del medico curante

 Bibliografia 

ARTICOLI CORRELATI

BLOG

 

 

error: Content is protected !!