GASTRITE Rimedi naturali e consigli

Con il termine generico “gastrite” si tende a raggruppare una notevole varietà di sinonimi.

 

GASTRITE ACUTA

È un’infiammazione dello stomaco che insorge nel giro di poco tempo e che coinvolge la mucosa gastrica, erodendola in alcuni punti. Nella maggior parte dei casi, la gastrite guarisce senza lasciare traccia sulla mucosa, raramente evolve in un’ulcera.

 

  • I sintomi  –  Come si manifesta


Dispepsia:

la digestione diviene lenta e difficoltosa. Il cibo può sostare a lungo nello stomaco, anche diverse ore, dando una sensazione di pesantezza che preme nella zona sotto lo sterno ma che può irradiarsi anche nel petto. Altre volte si ha la sensazione di gonfiore, con eruttazioni frequenti ma “inutili”, nel senso che non migliorano la liberazione dell’aria.

 

Dolore:

si presenta a livello dell’epigastrio, la zona compresa tra la parte inferiore dello sterno e l’ombelico, sotto forma di fitte o crampi specialmente dopo l’ingestione di sostanze irritanti e a stomaco vuoto. Il cibo infatti funziona da “tampone” nei confronti del succo gastrico.

 

Bruciore:

può alternarsi con le altre forme di dolore o si può presentare solo. Si ha proprio la sensazione di qualcosa che “brucia dentro”, di un incendio che non si riesce a spegnere e che è motivo di grande tormento. Anch’esso è più presente e intenso a digiuno.

 

Inappetenza e nausea:

la mucosa irritata si difende bloccando lo stimolo della fame (il classico “stomaco chiuso”) oppure provocando una sgradevole sensazione di nausea.

 

Vomito:

è la reazione, presente solo in alcuni casi, con cui lo stomaco rifiuta fortemente e ineluttabilmente il cibo quando questo è in eccesso o quando la mucosa è irritata.

 

Ansia

 

 

GASTRITE CRONICA

È un’infiammazione dello stomaco che si protrae nel tempo, con periodi in cui i sintomi si fanno sentire di più e periodi di relativo o completo benessere.

Al contrario di quella acuta, la gastrite cronica è in genere silente: i sintomi più evidenti sembrano essere i disturbi della digestione.

 

INTEGRATORI NATURALI


BASEMIX Alcalinizzante: favorisce il ripristino e il mantenimento dell’equilibrio acido-basico in caso di acidosi tissutale acuta e cronica dell’organismo – 1 bustina da 5 g di polvere sciolta in un bicchiere d’acqua, a digiuno, la sera, prima di andare a letto.

 

PAPAYA-Plus: Utile per favorire la normale funzione digestiva, nelle dispepsie, ipocloridria, nelle dilatazioni dello stomaco, nelle gastriti croniche e nell’ulcera gastrica – 2 compresse da deglutire con acqua 3 volte al giorno per 2 o 3 settimane

 

REFLUDOL DOLOMITE Composta: favorisce le fisiologiche condizioni del pH dello stomaco, antinfiammatorio, decongenstionante (contiene Liquirizia) – 1 cucchiaino di polvere 3 volte al giorno disciolto in poca acqua, salvo diversa indicazione del medico

 

FITOTERAPIA – Erbe medicinali


FICO Compostofavorisce il fisiologico benessere dello stomaco  –  25 gocce 3 volte al giorno in poca acqua o sotto la lingua

 

BIODREN S  Fitoterapico dinamizzato: svolge azione di riequilibrio energetico e drenante sullo stomaco: in caso di bruciore ed acidità gastrica, reflusso gastro-esofageo, pesantezza e tensione epigastrica, dispepsia, sonnolenza post-prandiale, gastropatie di natura psicosomatica, coadiuvante nella cura delle forme ulcerose – 20 gocce sotto la lingua o in poca acqua 3 volte al giorno

 

Agar Agar 2 capsule 3 volte al giorno

 

Liquirizia 1 cucchiaino di polvere di Liquirizia in poca acqua 2/3 volte al dì prima dei pasti (in caso di ipertensione sostituire con 30 gocce di estratto fluido di Equiseto 2/3 volte al giorno

 

Camomilla Tintura Madre

 

 

ARGENTO COLLOIDALE


Lasciare in bocca il prodotto per 30 secondi o anche di più per facilitarne l’assorbimento:

In alternativa:

 

 

FLORITERAPIA


FIORI  AUSTRALIANI

CROWEA Australian Bush Flower Essences: è un ottimo rimedio per l’ulcera gastrica e altri disturbi dello stomaco, regolando la produzione di acido cloridrico, che in caso di iper-produzione porta a gastrite e in caso di ipo-produzione porta a malassorbimento – 7  gocce sotto la lingua al mattino e 7 la sera (vedi indicazioni per la diluizione dell’essenza singola)

 

FIORI  di  BACH

AGRIMONY Fiori di Bach: è il fiore di chi, pur rodendosi dentro ed essendo in preda a timori e preoccupazioni, non lo dà a vedere, facendo buon viso a cattivo gioco e sforzandosi in ogni modo di mostrarsi sereno e di sdrammatizzare. E intanto dentro il dolore “scava” – 4 gocce sotto la lingua per 4 volte al giorno (vedi indicazioni per la diluizione dell’essenza singola)

 

HOLLY Fiori di Bach: si prende cura di chi è carico di diffidenza, invidia, gelosia e rancore (sentimenti che comunque il soggetto riesce a esprimere) e magari non ne è del tutto consapevole. Appare così pessimista, sfiduciato e infelice senza saperne veramente la ragione, “candidansdosi” così all’ulcera – 4 gocce sotto la lingua per 4 volte al giorno (vedi indicazioni per la diluizione dell’essenza singola)

 

WILLOW Fiori di Bach: è anch’esso un rimedio per chi cova amarezza per il proprio destino e invidia e rancore verso quello altrui,  solo che non riesce a esprimerli: è la vittima che tiene il broncio ma non parla, che rimugina dentro di sé ma non ha il coraggio di esplodere – 4 gocce sotto la lingua per 4 volte al giorno (vedi indicazioni per la diluizione dell’essenza singola)

 

CRAB APPLE Fiori di Bach: è il rimedio per chi è portato a nausea e vomito. Si tratta di persone che temono di sporcarsi o contaminarsi, sia da un punto di vista fisico, sia psichico e spirituale, e vivono un netto rifiuto per cibi, eventi, situazioni e persone vissuti come invadenti o inquinanti. Ma non riconoscendolo ricorrono alla sensazione fisica del “rigetto” e dell’espulsione  – 4 gocce sotto la lingua per 4 volte al giorno (vedi indicazioni per la diluizione dell’essenza singola)

 

ELM Fiori di Bach: è indicato per chi vive oppresso dal peso delle responsabilità, benché riesca a far fronte agli impegni (troppi) che si è assunto – 4 gocce sotto la lingua per 4 volte al giorno (vedi indicazioni per la diluizione dell’essenza singola)

 

GENTIAN  Fiori di Bach: la difficoltà a “digerire” le esperienze dolorose si esprime attraverso disturbi come la gastrite, in cui la presenza dell’elemento fuoco evidenziata dal bruciore esprime l’aggressività che Gentian rivolge a se stesso – 4 gocce sotto la lingua per 4 volte al giorno (vedi indicazioni per la diluizione dell’essenza singola)

 

CENTAURY Fiori di Bach: Gastrite ipocloridrica: il soggetto, reprimendo i propri bisogni e le pulsioni aggressive, ingoiando ogni boccone amaro, soffre spesso di disturbi digestivi, con pesantezza e gastrite ipocloridrica  – 4 gocce sotto la lingua per 4 volte al giorno (vedi indicazioni per la diluizione dell’essenza singola)

 

 

CROMOTERAPIA


Sul piano fisico il corrispettivo è la pesantezza di stomaco, alla quale può venire in aiuto il colore verde, da “assumere” sottoponendosi ai suoi raggi e circondandosi di elementi verdi in casa e nell’abbigliamento;  o meglio ancora, facendo frequenti passeggiate nella natura. Il verde è indicato proprio per le persone ansiose,  che tendono a ingigantire le difficoltà quotidiane e focalizzano sempre sulle sfumature peggiori delle situazioni.

 

 

 

GASTRALGIA

FLORITERAPIA


FIORI di BACH

IMPATIENS: Soggetti proiettati in avanti, irritabili e irritanti, questi soggetti soffrono di una “fissazione” del sistema simpatico neurovegetativo, perciò sono perennemente stressati, incapaci di rilassarsi ed anche di relazionarsi con gli altri. In essi c’è un vuoto energetico nelle zone basse, perché tutta l’energia è richiamata alla testa. Frenetici e iperattivi  – 4 gocce sotto la lingua per 4 volte al giorno (vedi indicazioni per la diluizione dell’essenza singola).

 

 

AROMATERAPIA – Oli Essenziali


 

VISIONE PSICOSOMATICA - Olistica

SIMBOLOGIA: Che cosa potrebbe voler dire…

Chi somatizza l’ansia a livello addominale è una persona che deve “digerire” una vita pianificata e poco istintiva, molto rispettosa delle norme morali, della pulizia e dell’ordine. Teme il disordine, la confusione, lo sporco inteso a livello materiale, emotivo e morale. Tende quindi ad essere perfezionista e controllato; questo irrita le mucose dello stomaco e causa disturbi gastrointestinali.

 

 

LIBRI e EBOOK


  •  Il GRANDE LIBRO dell’ARGENTO COLLOIDALE – Per la salute delle persone, degli animali e delle piante

di Josef Pies, Uwe Reinelt

Quest’opera presenta l’efficacia di questo potente rimedio naturale, le terapie, le modalità di utilizzo e le esperienze di guarigione. L’argento colloidale è una dispersione microscopica di argento elementare in acqua distillata. Famoso già nei secoli passati, questo rimedio è in pratica privo di effetti collaterali, a differenza degli antibiotici. Agisce su un ampio spettro di disturbi: occhi: oftalmia, blefarite, congiuntivite, orzaiolo; sistema respiratorio: influenza, polmonite, rinite, bronchite; cute: acne, dermatite, cancro, herpes simplex, herpes zoster, psoriasi, eczema, allergie cutanee; bocca e denti: afte, alitosi, mughetto, gengivite; sistema digestivo: diarrea, gastrite, emorroidi; apparato motorio: artrite, reumatismi; tratto urogenitale: cistite, vaginite; e molte altre malattie. Arricchito da numerose testimonianze, questo accurato manuale comprende una preziosa sezione dedicata all’autoproduzione casalinga del rimedio e all’utilizzo delle sue proprietà nella cura delle piante e degli animali.

 

in continuo aggiornamento…

I consigli e i suggerimenti che troverete nel sito non vogliono sostituirsi in alcun modo al parere del medico curante

 Bibliografia 

 

error: Content is protected !!