La MAGIA della NOTTE di San PIETRO e PAOLO

L’incredibile magia dovuta all’attrazione della Luna e alla rugiada notturna.

Nella notte tra il 28 e il 29 giugno, festa di San Pietro e Paolo, si rinnova una tradizione popolare rurale, antica ed affascinante, conosciuta come la barca o veliero di San Pietro. Legata al mondo contadino e diffusa in alcune regioni del Nord Italia, è rivelatrice di buono o cattivo auspicio.

In occasione della festività, si posa un contenitore di vetro riempito d’acqua su di un prato, un giardino o un davanzale esterno della finestra di casa, e si fa scivolare all’interno un albume d’uovo. Il contenitore deve essere lasciato per tutta la notte all’aria aperta, per assorbirne la rugiada.

Il mattino seguente si dovrebbero trovare nell’acqua delle strutture, formate dall’albume, che ricordano le vele di una barca a vela o un veliero.

Secondo il folklore popolare, sarebbero prodotte dallo spirito di San Pietro, traghettatore di anime, che soffiando nel contenitore di vetro farebbe assumere all’albume una forma simile all’imbarcazione con la quale l’apostolo andava a pescare.

L’antico rito, legato ai fenomeni atmosferici, determinanti per i raccolti agricoli o per la pesca, rivelava quindi, a seconda che le vele della barca siano più o meno dispiegate, se sarà un anno di buon raccolto o se il destino riserva cattive sorprese.

in continuo aggiornamento…

I consigli e i suggerimenti che troverete nel sito non vogliono sostituirsi in alcun modo al parere del medico curante

 Bibliografia 

 

error: Content is protected !!