TENDINITE Rimedi naturali e consigli

TENDINITE: È un’infiammazione dei tendini comunemente causata dalle ripetizioni di microsollecitazioni che a lungo andare alterano la normale struttura delle fibrille.

 

  • I sintomi  –  Come si manifesta


Il sintomo principale è il dolore nella zona in cui si trova il tendine coinvolto nella lesione. Tale dolore si accentua o compare toccando l’area interessata o durante i movimenti che coinvolgono il tendine.

 

 


INTEGRATORI NATURALI


Ogni giorno per almeno due mesi

Acido alfa-lipoico: 200-400 mg al giorno

 

 


FITOTERAPIA – Erbe medicinali


Fraxinum excelsior macerato glicerico: 50 gocce per 3 volte al giorno.

Uncaria 2 compresse di estratto secco al giorno.

 

Particolarmente attivo soprattutto nelle situazioni che causano dolore e infiammazione, come tendiniti, osteoatrite, artrite reumatoide, artrite, artrosi, mal di schiena, sciatica,  mal di testa, cervicale, contusioni. Le radici secondarie di questa pianta contengono gli harpagosidi, ritenuti responsabili degli effetti analgesici e antinfiammatori sul sistema osteo-articolare.

 

Prodotti che contengono l’Artiglio del diavolo

Fitoterapici ed Integratori:

(antinfiammatorio, antidolorifico): A base di Arpagofito, agisce favorevolmente sul fisiologico benessere del sistema scheletricomuscolare.

VAI allo SHOP >


In alternativa ad ARPAGODOL:

Tintura spagyrica Gocce: Favorisce la  buona funzionalità articolare e muscolare.

VAI allo SHOP >

 

APPLICAZIONI TOPICHE

VAI allo SHOP >


VAI allo SHOP >


VAI allo SHOP >

 

ARTRITE REUMATOIDE

Infiammazione cronica a carico del tessuto connettivo, di causa ancora poco conosciuta, che può interessare anche il sistema nervoso, l’apparato respiratorio (pleurite), l’apparato cardiocircolatorio (pericardite e miocardite) e il sangue (anemia).

Alla base c’è un errore del sistema immunitario che attacca i tessuti articolari, producendo infiammazioni che li danneggiano. L’infiammazione parte dalla membrana sinoviale che muta le sue forme fino a diventare il cosiddetto “panno sinoviale” che invade lo spazio circostante impedendo i movimenti e danneggiando la cartilagine, attaccata anche dagli enzimi prodotti durante l’infiammazione. La patologia inizialmente colpisce le mani, si manifesta con la tipica rigidità mattutina, con elezione simmetrica dell’articolazione (sono colpite entrambe le mani, le ginocchia, etc.).

Le articolazioni si presentano tumefatte, arrossate, calde e dolenti. Con il tempo i sintomi peggiorano, arrivando anche a deformazioni e a un coinvolgimento diretto delle ossa (osteoporosi). Sono possibili anche tendiniti e comparsa di noduli sottocutanei. La diagnosi è confermata da esami come VES, PCR e dalla ricerca del fattore reumatoide (un anticorpo presente nel 75% dei malati). In genere le donne sono più colpite degli uomini.

 

LEGGI L’ARTICOLO >

 

 

in continuo aggiornamento…

I consigli e i suggerimenti che troverete nel sito non vogliono sostituirsi in alcun modo al parere del medico curante

 Bibliografia 

 

error: Content is protected !!