WARATAH – Fiori Australiani

L’Essenza Waratah aiuta ad avere coraggio, tenacia, fiducia, adattamento, capacità di sopravvivenza. Nei momenti di crisi, grazie al coraggio, attingere dalle proprie riserve di forza diventa un processo automatico. Il rimedio ha efficacia immediata, ed è di grande beneficio per le persone che hanno sperimentato la disperazione profonda con pensieri suicidi. Infonde fiducia e tenacia per andare avanti.

Essenza utilizzata per problemi di cuore in generale e per trattare il glaucoma.

Waratah può essere utilizzato per evitare il rigetto in caso di trapianto d’organo.

 

Dose giornaliera consigliata per soggetti normopeso:

7  gocce sotto la lingua al mattino e 7 la sera

(vedi indicazioni per la diluizione dell’essenza singola)

 

Essenza vibrazionale di: Telopeae speciosissima, Brandy, Acqua purificata (21-23% Alc.)

 

 

Essendo una cura del tutto naturale e priva di tossicità, non presentano alcuna controindicazione, non provocano effetti collaterali, possono essere combinati senza problemi sia ai farmaci tradizionali sia a quelli omeopatici (di cui sono considerati complementari) o ad altri rimedi floriterapici.

 

Waratah è utilizzato con successo in molti ospedali brasiliani nei reparti di cardiologia per trattare insufficienze ventricolari e problemi del cuore in generale. Quando quest’essenza è utilizzata per trattare il glaucoma, è in grado di renderne reversibili le condizioni.

 

Come preparare le Australian Bush Flower Essences

L’”Essenza concentrata” è generalmente acquistata dai terapeuti. Questa può essere successivamente diluita per ottenere un’Essenza mirata alla specifica problematica pronta all’uso da assumersi mattina e sera.

La soluzione pronta all’uso si prepara utilizzando una bottiglietta con contagocce da 30 ml, nella quale vanno messi ¾ d’acqua, ¼ di brandy (necessario per la conservazione) e 7 gocce per ogni Essenza Singola che si intende utilizzare. Possono essere combinate più essenze contemporaneamente, ma si suggerisce di non associarne più di 4 o 5.

E’ possibile diluire le essenze anche senza l’utilizzo del brandy. In questo caso la bottiglietta da 30 ml dovrà essere conservata in luogo fresco e la diluizione dovrebbe essere rifatta ogni 15 giorni.

 

in continuo aggiornamento …

I consigli e i suggerimenti che troverete nel sito non vogliono sostituirsi in alcun modo al parere del medico curante

 Bibliografia 

ARTICOLI CORRELATI

BLOG