RITENZIONE IDRICA Rimedi naturali e consigli

RITENZIONE IDRICA: È la tendenza a trattenere liquidi nell’organismo ed è un fenomeno che non provoca solamente danni estetici (cellulite) ma, alla lunga, può causare anche gravi patologie come l’insufficienza renale.

 

I sintomi  –  Come si manifesta


È caratterizzata dalla tumefazione dei tessuti molli a causa dell’accumulo di liquido extracellulare, ovvero del liquido compreso negli spazi tra le cellule.

 


INTEGRATORI NATURALI


  • VITAMINA C: Adulti:  2 tavolette al giorno da deglutire con un po’  d’acqua per due mesi.

 

Uno stato di ACIDOSI tissutale può provocare un peggioramento della RITENZIONE IDRICA. Si consiglia il test con cartine tornasole. In caso di ACIDOSI si consiglia:

  • BASEMIX Alcalinizzante: Favorisce il ripristino e il mantenimento dell’equilibrio acido-basico in caso di acidosi tissutale acuta e cronica dell’organismo. – Adulti: Una bustina da 5 g di polvere sciolta in un bicchiere d’acqua, a digiuno, la sera, prima di andare a letto. In caso di forte stato acidosico la dose può raggiungere tre bustine nell’arco della giornata.

 


OLIGOTERAPIA – Oligoelementi


 

 


FITOTERAPIA – Erbe medicinali


VAI allo SHOP >



  • DEPAN 250 – Sciroppo: Utile per favorire la fisiologica eliminazione delle scorie metaboliche. Favorisce le funzioni depurative dell’organismo e il drenaggio dei liquidi corporei. Contiene Salsapariglia. La pianta possiede ottime proprietà diuretiche, depurative e disintossicanti, in quanto consente una più facile eliminazione dei cataboliti in eccesso, soprattutto di acido urico. – Adulti:  1 cucchiaio in mezzo bicchiere d’acqua 3 volte al giorno per il drenaggio dei liquidi; 3 cucchiai in 1 lt d’acqua da consumare in giornata per depurazione dell’organismo.

L’Ortica possiede, in genere, un’azione diuretica, depurativa, antinfiammatoria ed antiedemigena (1).

Ottimo diuretico, depurativo ed urolitico (2)., viene impiegato nella prevenzione dei disturbi delle vie urinarie. Grazie alla elevata presenza di clorofilla, ricca di minerali è considerato un rimineralizzante d’elezione, svolgendo anche un’azione emopoietica (3).

Pianta  adatta in estate, disinfettante, utile per prostatite, leucorree, emorragie post-partum, in alimentazione.

L’Ortica viene anche impiegata, attraverso uso esterno, nelle forme reumatiche, gotta, nevralgia,  sciatalgie

(1).  Che riduce la ritenzione dei liquidi

(2). Aiuta la diuresi, previene la formazione dei calcoli renali e facilita l’eliminazione di acidi urici

(3). Facilita la formazione delle cellule del sangue

 

Ritenzione idrica premestruale

  • AGNOCASTO SYSfavorisce il contrasto dei disturbi del ciclo mestruale, ritenzione idrica e gonfiore addominale. Assumere 25 gocce 3 volte al giorno diluite in poca acqua, ogni mese per due settimane a partire da una settimana circa prima dell’inizio del ciclo.

VAI allo SHOP >

 


AROMATERAPIA – Oli Essenziali


Bagno di sale depurativo

In 300/400 gr di sale grosso (preferibilmente integrale o rosa) versare 5/6 gocce di olio essenziale (Arancio, Mandarino o Limone) e gettare nella vasca da bagno. Immergersi per 15 minuti. Il sale favorisce per osmosi il drenaggio dei liquidi e delle tossine.

VAI allo SHOP >

 


ALIMENTAZIONE


Alimenti consigliati:

 

Cibi da evitare…

Evitare cibi salati e salumi

No alle bevande zuccherate e a quelle alcoliche poiché aggiungono calorie, nutrienti non necessari all’organismo e favoriscono la ritenzione dei liquidi.

 

L’acqua più indicata per la ritenzione idrica

Sebbene l’acqua non faccia dimagrire, l’acqua oligominerale favorisce la diuresi ed e quindi utile per eliminare le scorie attraverso l’urina, disintossicare l’organismo e “sgonfiare”.

Bevine almeno un litro e mezzo durante la giornata.

 

in continuo aggiornamento…

I consigli e i suggerimenti che troverete nel sito non vogliono sostituirsi in alcun modo al parere del medico curante

 Bibliografia 

 

error: Content is protected !!