FEGATO

ACIDOSI tissutale: il fegato è un organo emuntore

Molti processi metabolici che ci mantengono in vita, trasformando gli alimenti e l’ossigeno in energia, producono scorie acide. Queste ultime vengono eliminate tramite dei sistemi “tampone” che sono in grado di rimuovere piccoli carichi acidi attraverso i polmoni, il fegato, i reni e la pelle.

Quando le quantità di scorie superano quelle che il nostro organismo è in grado di eliminare insorge l’acidosi tissutale, ovvero un sovraccarico di sostanze acide “parcheggiate” in alcuni tessuti, in particolare nella matrice extra-cellulare, in attesa di essere neutralizzate e poi smaltite.

 

CICLO di CORI

L’acido lattico o lattato è una sostanza, un composto chimico, prodotto naturalmente dal nostro organismo.

Il quantitativo di acido lattico tollerato dall’organismo di un adulto è di circa 5-18 mg/ml di sangue. Ogni eccesso si riversa nei capillari e tramite questi ultimi raggiunge il fegato per ritornare a essere nuovamente utilizzato.

Il processo attraverso il quale l’acido lattico viene convertito in glucosio tramite il fegato viene chiamato Ciclo di Cori.

 

  • RIMEDI  NATURALI  e  CONSIGLI



DRENAFORMAttivatore degli organi emuntori

Contiene Betulla. È un importante diuretico e depurativo, usato da sempre nel trattamento di adiposità, cellulite ed ipercolesterolemia. Stimola l’attività dei macrofagi, accelera i processi catabolici dell’urea, acido urico, colesterolo attivando la funzione antitossica del fegato. – Adulti: 20 gocce tre volte al giorno a digiuno.

 

Per chi abusa di alcolici

SILYMARINIntegratore alimentare a base di Cardo Mariano. Aiuta a riparare i danni provocati al fegato 2-4 capsule al giorno, durante i pasti. Deglutire con un po’ d’acqua  per un mese/due e da ripetere 3/4 volte all’anno.

 

Disturbi epatici

I disturbi epatici possono provocare acidosi tissutale. E’ consigliato eseguire il test, in caso di acidosi:

BASEMIX Alcalinizzante (Biogroup): 1 bustina da sciogliere in un bicchiere d’acqua, la sera prima di andare a dormire, per un mese. Ripetere il test.

 

in continuo aggiornamento…

I consigli e i suggerimenti che troverete nel sito non vogliono sostituirsi in alcun modo al parere del medico curante

 Bibliografia 

ARTICOLI CORRELATI

BLOG

error: Content is protected !!