APPARATO UROGENITALE

APPARATO UROGENITALE: è formato da due ulteriori apparati: l’apparato urinario e l’apparato genitale. I due apparati vengono spesso raggruppati insieme a causa della loro vicinanza, la loro comune origine embriologica e per l’utilizzo di strutture comuni, come l’uretra maschile.

 

Prodotti per l’apparato urogenitale

ARGENTO COLLOIDALE


  • SILVER BLU: è un Dispositivo Medico a base di Argento Microcolloidale processato con stabilizzazione naturale che contrasta la proliferazione batterica e fungina. Ha azione antivirale. In caso di cistite cronica, gonorrea, leucorrea, epididimite, prostatite, uretrite.

In alternativa:

 

 

ARGILLA


L’azione dell’argilla sull’organismo umano Corpo-Mente

L’argilla verde, grazie alla sua particolare composizione, rinforza e riequilibra le tre sfere:
– sfera del pensiero (psichica) e dei sensi (sensoriale: occhi, orecchie, naso), attraverso le forze della silice
– sfera ritmica della respirazione (cuore e polmoni), grazie al ferro
– sfera metabolica (apparato digerente e riproduttivo), sulla quale agisce il calcio.
La polivalenza d’azione dell’argilla è legata, oltre che alla sua consistenza plastica, anche alla presenza dei sette metalli, legati ai sette pianeti, a loro volta legati ai sette organi del corpo umano. Vi è quindi una stretta relazione, sul piano terapeutico, tra i sette metalli contenuti nell’argilla verde, i sette pianeti e i sette organi del corpo umano.

PIANETI

METALLI

ORGANI

SOLEOROCUORE
LUNAARGENTOSist. NERVOSO e

App. GENITALE

MARTEFERROCISTIFELLEA
MERCURIOMERCURIOPOLMONI
GIOVESTAGNOFEGATO
VENERERAMERENI
SATURNOPIOMBOMILZA
Per questo motivo, quando si beve l’argilla verde, è come se si assumesse una preparazione omeopatica dei suddetti metalli, che in piccolissime dosi, sono in grado di regolare l’attività dei corrispondenti organi.

 

 

ACIDOSI

COME CONTROLLARE l’acidosi: Test acido e alcalino

Il metodo migliore è il controllo dell’acidità delle urine, soprattutto nello squilibrio alimentare. E’ possibile acquistare le cartine indicatrici di pH (oppure utilizzare un pHmetro elettronico) e applicarci saliva e/o urina. Il test deve essere eseguito prima dei pasti o almeno un’ora dopo aver mangiato, oppure la seconda urinazione del mattino.

La cartina cambierà colore indicando se il sistema corporeo è troppo acido o troppo alcalino.

  • CARTINE TORNASOLE

 

Il pH: valutazione ed importanza

Il pH in medicina è l’unità di misura attraverso la quale si determina l’acidità, la neutralità e l’alcalinità di un liquido organico.

Valori di pH pari a 7 corrispondono alla neutralità, valori inferiori a 7 indicano acidità e valori superiori a 7 indicano alcalinità/basicità.

Un eccesso di ioni idrogeno nel corpo umano è causa di acidità e la sigla pH significa proprio “potentia Hidrogeni”.

Molti processi metabolici che ci mantengono in vita, trasformando gli alimenti e l’ossigeno in energia, producono scorie acide. Queste ultime vengono eliminate tramite dei sistemi “tampone” che sono in grado di rimuovere piccoli carichi acidi attraverso i polmoni, il fegato, i reni e la pelle.

Quando le quantità di scorie superano quelle che il nostro organismo è in grado di eliminare insorge l’acidosi tissutale, ovvero un sovraccarico di sostanze acide “parcheggiate” in alcuni tessuti, in particolare nella matrice extra-cellulare, in attesa di essere neutralizzate e poi smaltite.

Qualsiasi sostanza con un pH sotto il 7.0 è acida, mentre qualsiasi cosa sopra il pH 7.0 è alcalina. Il tasso ideale di pH per saliva e urina è da 6.0 a 6.8. Il corpo è per natura un po’ acido, quindi i valori inferiori a un pH 6.0 sono considerati troppo acidi, e i valori superiori a un 6.8 troppo alcalini. Gli alimenti che producono alcalinità dovrebbero essere consumati quando il corpo è troppo acido, e quelli che formano acidità quando il pH è troppo alcalino. Alimenti a bassi livelli acidi e bassi livelli alcalini sono considerati neutri.

 

Analisi del pH nelle urine.

Questa rilevazione quindi può essere effettuata con le strisce indicatrici del pH. La fascia in trasparenza, nella tabella, evidenzia i valori di pH fisiologici nel corso della giornata. Quando le misurazioni si discostano ripetutamente da questa curva, si è in ACIDOSI TISSUTALE.

acidosi

Ore 6.00
L’urina è al massimo dell’acidità poiché nella notte viene scomposto il carico di acidità

Ore 12.00
Poco prima di pranzo, il pH è leggermente acido, le sostanze basiche sono state immagazzinate come riserve alcaline o sono state utilizzate.

Ore 9.00
2-3 ore dopo la colazione, nei soggetti sani, l’urina testata risulta leggermente alcalina.

Ore 15.00
Il pH è alcalino.

Ore 18.00
Poco prima di cena il pH, ne soggetti sani, è leggermente acido.

L’equilibrio acido-base nell’organismo è fondamentale in quanto come ricordato molti processi vitali hanno luogo se il valore del pH è leggermente alcalino.

In assenza di patologia conclamata, la causa più frequente di acidosi è da ricercare nella dieta e negli altri fattori citati precedentemente.

Per valutare la propria personale condizione si dovrebbero effettuare le misurazioni del pH delle urine per alcuni giorni, annotando contemporaneamente l’ora della misurazione stessa.

 

 


LIBRI e EBOOK consigliati per approfondire l’argomento


  • La GOTTA, Ovvero gli Acidi Urici Fuori Controllo

Un disturbo antipatico e doloroso, una cattiva compagnia, un sano stile di vita e i giusti rimedi naturali aiutano a dimenticarlo.

  • Acidi urici e uricemia
  • Cosa sono gli acidi urici?
  • L’equilibrio acido-basico dell’organismo umano.

Ma che accade quando l’acido urico non viene correttamente eliminato? La gotta!

 


  • CURARE i RENI – Così elimini cistite, calcoli e acidi urici

Istituto Riza di Medicina Psicosomatica

I reni svolgono la funzione fondamentale di filtro che difende il nostro corpo, selezionando ed eliminando le sostanze nocive. É importante mantenerli in salute per evitare che le tossine si accumulino e possano provocare malattie.

Dal punto di vista psicosomatico, all’origine dei principali disturbi dei reni si nascondono rigidità e forzature che tolgono spontaneità e si trasformano in bruciori, infiammazioni e dolori.

Nel libro presentiamo tutti i consigli pratici per prevenire e curare i principali problemi dell’apparato urinario: i comportamenti utili, i rimedi naturali e i cibi più indicati contro cistite, calcoli renali e incontinenza.

  • L’apparato urinario: funzioni principali e disturbi frequenti

L’analisi scientifica
Quando si ammala: sintomi e patologie
Curarsi con i farmaci: i pro e i contro
Quanto sono diffuse le affezioni urinarie?
In sintesi: dubbi e risposte

  • L’analisi psicosomatica

Quando i “freni” diventano scorie
Il rene: il signore delle acque
La vescica: sede delle energie di scarto i caratteri più esposti
I vari disturbi: ecco da dove nascono
In sintesi: dubbi e risposte

  • Le regole pratiche per proteggerci

Gli atteggiamenti giusti
Le 5 cose da fare
I 5 errori da evitare
Le tecniche psicosomatiche

  • La guida naturale per curare reni e vescica

Cistiti e “sassolini”: guariscono così
L’omeopatia
La fitoterapia
Gli integratori
La floriterapia

  • L’alimentazione depurativa

Scopri quali cibi ti curano
I consigli alimentari per la salute dei reni
Le 2 regole per vincere la cistite
Gli alleati e i nemici a tavola
Il menu disintossicante
Le ricette detox per i reni e la vescica

in continuo aggiornamento…

I consigli e i suggerimenti che troverete nel sito non vogliono sostituirsi in alcun modo al parere del medico curante

 Bibliografia 

 

error: Content is protected !!